Si sa che ogni artista ha la sua musa. E nel caso dello stilista Rabih Kayrouz non si tratta di una bella donna bensì di un frutto: la melagrana.

Libanese di nascita e parigino d’adozione, dopo aver collaborato con grandissimi nomi come Yves Saint Laurent, Jean Paul Gaultier, Sonia Rikyel, Chanel e Dior, ha fondato la sua Maison Rabih Kayrouz, diventata una firma molto amata nel mondo dell’alta moda, e che ha come logo una piccola melagrana rosso disegnato a mano.

Kayrouz racconta di essere sempre stato ispirato dalla melagrana: “È un frutto che non manca mai nelle case dei libanesi. Trovo la sua forma perfetta. La melagrana risale dall’antichità, un segno che ha a che fare con la fortuna, la fertilità e la femminilità. Per questo voglio che sia associato alla Maison Rabih Kayrouz: perché per me sembra una donna, per il suo colore, per come è succoso e per come può essere aspro e dolce allo stesso tempo”.

melograno e design
melograno e design

Nei suoi vestiti il rosso la fa da padrone, insieme al bianco e al fucsia, al nero, al verde e i tagli sono precisi e morbidi per una vestibilità impeccabile ma scenografica: insomma un vero inno alla melagrana!

Nel 2012 Rabih Kayrouz collabora con lo storico marchio francese La Redoute con l’obiettivo di rendere accessibile a tutte (il prezzo medio di un capo è di 90 euro e la collezione arriva fino alla taglia 52) le sue creazioni da sogno. Partendo dal suo celeberrimo logo crea una stampa con cui sceglie di puntinare tutta la collezione ottenendo un effetto semplice, divertente ma elegante.

E con una attenzione particolare al colore perché: “Non amo particolarmente il nero e cerco di proporlo in maniera minima per i miei capi. Il rosso è il mio colore preferito, per me il rosso è il nuovo nero. Le mie donne vestono i colori, e i colori trasmettono gioia, voglia di vivere rendono gaio l’animo”. Dopo aver visto la sua collezione come dargli torto?

SIMILAR ARTICLES

melograno dipinto

0 1917
Coltivare il melograno: innesto e talea

0 3042

NO COMMENTS

Leave a Reply